Nuovo cane in famiglia? Ecco tutto quello che devi sapere sulla parvo

SALUTE E PREVENZIONE

6 Mag, 2022

6 minuti

La parvovirosi, spesso chiamata “parvo”, è una malattia comune, piuttosto diffusa fra i cuccioli e con conseguenze letali. 

Una diagnosi di parvo è sicuramente l’ultima cosa che un dog owner vorrebbe sentirsi comunicare. Proprio per questo è importante conoscere i sintomi e come prevenire questa malattia fatale.


STORIA DELLA PARVO

La parvovirosi è stata osservata per la prima volta nel 1978 in Europa e in America; prima che fosse disponibile un vaccino, questa malattia ha provocato la morte di migliaia di cani. Sebbene oggi non si verifichino più epidemie come un tempo, la parvoviriosi rimane una patologia comune nei cani non vaccinati. Negli allevamenti, inoltre, rappresenta la causa più frequente di mortalità nei cuccioli, soprattutto durante il periodo dello svezzamento. I veterinari si imbattono spesso in cuccioli affetti da parvo, si tratta di casi gravi se non a rischio di vita.


COS’È LA PARVO?

La parvo, provocata dal parvovirus, si diffonde sia per contatto diretto con un cane infetto sia per contatto indiretto con un oggetto contaminato. Il tuo cane è esposto alla parvo ogni volta che annusa, lecca o consuma feci infette. La trasmissione indiretta si verifica quando il cucciolo si imbatte in un oggetto contaminato, come una ciotola di cibo o acqua, collari, guinzagli o persino le mani di persone che hanno maneggiato cani infetti.

Il maggior danno viene provocato dal virus nello stomaco e nell’intestino tenue. Qui distrugge le cellule, altera l’assorbimento dei nutrienti e distrugge la barriera intestinale. La parvo colpisce anche il midollo osseo, i tessuti linfopoietici e arriva, in alcuni casi, anche al cuore.


QUALI ANIMALI RISCHIANO DI CONTRARRE LA PARVO?

Tutti i cani non vaccinati corrono un alto rischio di contrarre la parvo. I cuccioli di età compresa tra le sei settimane e i sei mesi sono sicuramente più suscettibili; tuttavia essi, prima delle sei settimane, conservano ancora alcuni degli anticorpi materni nel caso in cui la madre abbia ricevuto la sua serie completa di vaccinazioni contro la parvo. I cuccioli vengono vaccinati contro la parvo a circa 6, 8 e 12 settimane ma restano comunque vulnerabili fino all’ultima somministrazione prevista dal ciclo vaccinale. 

Alcune razze, come Rottweiler, Doberman Pinscher e American Staffordshire Terrier (solo per citarne alcune), sono più suscettibili al contagio da parvo.

Nel complesso, i cani di tutte le età e razze sono a rischio di parvo, un pericolo che aumenta nei cuccioli di età inferiore a un anno. 


COME SI TRASMETTE LA PARVO?

Le feci dei cani infetti rappresentano la principale fonte di infezione. Il parvovirus può persistere nell’ambiente, sulla superficie di pareti o pavimenti anche ben puliti per lunghi periodi, spesso fino a 6 mesi o più. Può essere trasportato attraverso gli indumenti, le suole delle scarpe o il pelo degli animali per diversi mesi, continuando ad essere fonte di ulteriore contaminazione.

QUALI SONO I SEGNI DELLA PARVO?

Un cane affetto da parvo è molto malato. Non appena si manifestano i primi segnali del virus, dovresti correre immediatamente dal veterinario. Poiché la parvo è comune nei cuccioli, dovresti chiamare il veterinario ogni volta che il tuo cucciolo sembra sentirsi poco bene; inoltre dovresti anche conoscere i sintomi specifici della malattia, ovvero:

  • Diarrea emorragica
  • Vomito
  • Febbre
  • Letargia
  • Rifiuto del cibo
  • Perdita di peso
  • Debolezza
  • Disidratazione
  • Depressione

Tutti questi sintomi, già di per sé gravi, potrebbero indicare la presenza di parvo o di un’altra grave malattia: quindi contatta immediatamente il veterinario se ne osservi qualcuno. Se sospetti che il tuo cane abbia la parvo, prima di recarti dal veterinario dovresti prima avvisare lo staff in modo che possa prendere le precauzioni appropriate, mettere in quarantena il tuo cucciolo all’arrivo e prevenire l’infezione in altri cani. 


COME SI FA A PREVENIRE LA PARVO?

La parvo è una malattia prevenibile. Tutti i cuccioli e i cani adulti dovrebbero ricevere le vaccinazioni contro la parvo e proseguire con i richiami previsti dal programma vaccinale. 

Se il tuo cane è ancora cucciolo, non dovresti permettergli di entrare in contatto con cani non vaccinati, fin quando non riceve tutte le vaccinazioni contro la parvo. Assicurati che tutti i cani della tua famiglia siano vaccinati e tieni sotto controllo con chi socializza il tuo cucciolo. Le aree cani e gli altri luoghi in cui i cani si radunano sono potenziali fonti di parvo, quindi di solito è una buona idea far socializzare il tuo cucciolo in un ambiente “meno pubblico”.

COME CURARE LA PARVO?

Non esiste una cura specifica per la parvo, dal momento che si tratta di un virus e gli antibiotici non sono efficaci contro i virus. Quando un cane contrae la parvo, il trattamento somministrato è generalmente di supporto. Il veterinario può somministrare flebo, farmaci anti-vomito e anti-diarrea, nonché optare per il ricovero in clinica. 

La parvo è una malattia grave e altamente contagiosa. Capire come si diffonde, i sintomi, le opzioni di trattamento e i modi migliori per prevenirla ti aiuterà a mantenere il tuo cane al sicuro. Per ulteriori informazioni sulla parvo, parla con il tuo veterinario.

Risorsa aggiuntiva: https://www.akc.org/expert-advice/health/what-every-puppy-owner-needs-to-know-about-parvo-in-puppies/