Le malattie dentali nei gatti

SALUTE E PREVENZIONE

21 Apr, 2022

7 minuti

Forse ti sorprenderà sapere che i problemi ai denti e alle gengive sono molto comuni tra i nostri amici felini, proprio come accade per noi umani. Inoltre, se non vengono tenuti sotto controllo, possono portare a un notevole calo della qualità della vita.

I problemi alla bocca sono diffusi fra i gatti di tutte le età. Generalmente sono associati all’accumulo di placca dentale (causata dalla presenza di batteri all’interno della bocca) e tartaro o calcolo dentale (calcificazione della placca). Queste situazioni possono portare alla cosiddetta “malattia parodontale”: si tratta di una condizione che colpisce le strutture che supportano e mantengono sani i denti, come le gengive, fino a farli cadere.

Il termine “gengivite”, dal latino “gingivitis”, è composto dalla radice “gingiva” (gengiva) e dal suffisso “itis” (infiammazione): viene utilizzato per indicare la malattia che colpisce le gengive e rappresenta la prima fase della malattia parodontale. La gengivite è solitamente associata a una scarsa igiene orale ed è comunemente causata da un’infezione batterica provocata dalla presenza di placca batterica sui denti, la quale determina l’infiammazione delle gengive.

I gatti possono anche sviluppare la gengivostomatite. Parliamo, in questo caso, di un’infiammazione più generalizzata che coinvolge i tessuti orali, comprese le gengive, la lingua, le superfici interne delle labbra e/o le pareti della bocca e il palato. Questo disturbo, tuttavia, è piuttosto raro.

fattori che influenzano lo sviluppo di queste malattie sono diversi, vediamone alcuni:


L’ALLINEAMENTO DI DENTI

Il corretto allineamento dei denti dei gatti costituisce un fattore importante: sovraffollamento o disallineamento possono infatti portare a gengiviti o disturbi ancora più seri.

  • Alcune razze presentano naso e mascelle corte. Basti pensare a Persiani, Chinchillà, Exotic e British Shorthair, solo per citarne alcune. La struttura del loro muso può portare a sovraffollamento e/o disallineamento dei denti.
  • La conservazione dei denti da latte (denti decidui) può portare a disallineamento in età adulta.
  • Alcuni tipi di lesioni, come la frattura della mascella, possono provocare un disallineamento dei denti.

LE MALATTIE INFECTTIVE

  • L’infezione persistente da Calicivirus felino (FCV) può essere associata ad alcuni casi di gengivite o gengivostomatite cronica (di lunga durata).
  • L’infezione da virus dell’Immunodeficienza felina (FIV) e l’infezione da virus della Leucemia felina (FeLV) possono provocare una immunosoppressione e predisporre il gatto a malattia parodontale e gengivite. Chiedi al tuo veterinario di effettuare dei test per escludere la presenza di queste malattie.

LESIONI DA RIASSORBIMENTO DENTALE (FORL)

L’erosione dentale o le lesioni da riassorbimento dentale (FORL) non sono rare nei gatti. La causa delle FORL è sconosciuta, tuttavia quando si producono queste lesioni è possibile che siano presenti delle cellule chiamate odontoclasti, che agiscono decomponendo la sostanza del dente del gatto. Queste erosioni si formano generalmente intorno al bordo gengivale e possono essere ricoperte da tartaro, anche se in alcuni gatti si vanno a sviluppare anche al di sotto del bordo gengivale. Questo significa che tali lesioni spesso rimangono inosservate oppure, in caso di arrossamento delle gengive, rischiano di essere confuse con la gengivite. Rivolgiti al tuo veterinario: saprà valutare l’entità della lesione eseguendo sotto anestesia una radiografia dei denti del tuo gatto e proporre un piano di trattamento adeguato.


COME FACCIO A SAPERE SE IL MIO GATTO HA UNA MALATTIA DENTALE?

La gengivite nel gatto si manifesta attraverso alcuni tipici segni di infiammazione come l’arrossamento, il dolore e il gonfiore. Spesso intorno ai denti dei gatti si forma una linea gengivale arrossata. Non tutti i gatti accettano che venga esaminato l’interno della loro bocca e, se ciò accade anche al tuo amico felino, questo comportamento potrebbe rivelare i segni di una malattia dentale. Il micio mangia ancora regolarmente e a sufficienza? I gatti che hanno una bocca dolorante possono produrre una maggiore quantità di saliva rispetto al solito e tendono ad inclinare la testa quando mangiano ed emettono rumori con la bocca. Nel tentativo di alleviare il dolore, spesso si grattano la bocca con le zampe. Se mangiare diventa estremamente doloroso, i gatti possono iniziare a “soffiare” al cibo o scappare dopo aver provato a mangiare. Durante le coccole, potresti anche notare che il tuo gatto soffre di alitosi. I gatti molto spesso non mostrano segni clinici fino a quando la malattia dentale non giunge a una fase avanzata, momento in cui potrebbe essere necessario dover estrarre molti denti.


COME VIENE CURATA LA MALATTIA DENTALE NEI GATTI?

Non appena noti qualche segno sospetto di una malattia dentale dovresti chiedere al tuo veterinario una visita approfondita. Il gatto viene anestetizzato, così il veterinario può rimuovere tartaro e placca dai suoi denti e anche esaminare da vicino tutta la dentatura e sistemare i denti danneggiati. Dal momento che i gatti mangiano strappando la carne e non compiendo una masticazione, il tuo amico a quattro zampe potrà vivere bene anche senza qualche dente. A seconda del grado di infiammazione, il veterinario consiglierà anche un trattamento successivo a casa con dei farmaci. Se il tuo gatto presenta spesso gengiviti o formazione di tartaro, dovresti prendere in considerazione di sottoporlo a visite regolari ai denti.


COSA COMPORTA UN CONTROLLO REGOLARE AI DENTI PER IL MIO GATTO?

Per una ottimale cura dentale dei gatti, si dovrebbe far visita dal veterinario almeno una volta ogni 12 mesi. I gatti che già hanno avuto problemi ai denti dovrebbero essere esaminati più frequentemente: infatti, sappiamo bene che identificare un problema tempestivamente significa trattarlo più facilmente e velocemente.

Il tuo impegno nel mantenere sana la bocca del tuo gatto è davvero fondamentale. Sarà più facile iniziare a usare lo spazzolino da denti e dedicarti alle cure dentistiche quando il tuo micio è ancora giovane: i cuccioli si abituano senza problemi. Il tuo veterinario saprà sicuramente consigliarti prodotti per la cura dei denti dei gatti e diete specifiche che possono aiutare a prevenire la formazione di placca e tartaro.

Una cura dei denti quotidiana può aiutare ad evitare l’accumulo di placca e ridurre il rischio di gengivite. Il tartaro non si elimina con il semplice spazzolino da denti: se il tuo gatto presenta un accumulo di tartaro da rimuovere, chiedi al tuo veterinario informazioni sulla pulizia sottogengivale.

Prestare attenzione all’igiene orale del tuo compagno felino è importante per prevenire le malattie dentali tanto quanto assicurargli le cure di cui ha bisogno per vivere una vita sana.

CONSIGLIATO