cane anziano

Il cane anziano: l’importanza di una corretta dieta e alimentazione

CURA E NUTRIZIONE

25 Jul, 2022

5 minuti

Tutti andiamo incontro all’invecchiamento, anche i nostri cani naturalmente. Le esigenze del cane cambiano nel corso della sua vita ma in ogni stagione potrai comunque godere di tutta la sua energia e di tanto amore. La salute e il benessere del tuo pet dipendono da te in ogni fase della sua vita, anche in quelle più mature.

I cambiamenti che possono verificarsi durante l’invecchiamento del cane possono portare ad alterazioni nei denti, differenze nella digestione del cibo e un calo dell’interesse per l’attività fisica. Fornire una dieta equilibrata e bilanciata rispetto all’età è un passo importante e ponderato che puoi intraprendere per aiutare il tuo amico peloso anziano e garantirgli una migliore qualità di vita.


I segni indicatori di invecchiamento nel cane

I cani raggiungono la “vecchiaia” in momenti diversi a seconda della razza e della taglia. Nei cani più grandi l’impatto dell’età può generalmente manifestarsi più di un anno prima rispetto ai cani più piccoli; tuttavia, proprio come avviene con gli umani, la genetica, la dieta, l’esercizio e lo stato di salute generale giocano un ruolo importante. Il metabolismo e il sistema immunitario dei cani anziani rallentano, allo stesso modo di quanto accade alle persone in età avanzata. I cani più anziani possono anche manifestare artrite, problemi di vista o di controllo della vescica e dell’intestino.

cane anziani

Alcuni segni visibili dell’invecchiamento nel cane possono essere:

  • Cambiamenti nell’aspetto fisico, come la presenza di pelo grigio intorno a muso e sopracciglia. Il pelo del cane potrebbe anche perdere la sua lucentezza e apparire opaco.
  • Cambiamenti nel livello di attività: il cane potrebbe essere meno attivo e desideroso di giocare rispetto a prima e voler dormire di più.
  • Cambiamenti di atteggiamento: il cane potrebbe essere più irritabile con i bambini e altri cani.
  • Altri cambiamenti, tra cui rigidità articolare, riduzione dell’udito, lacrimazione degli occhi e problemi di digestione.

L’alimentazione nel cane anziano

È molto importante prestare attenzione al peso del tuo beniamino mentre invecchia, perché in questa fase è normale che possa assumere qualche chilo in più. Ciò è attribuibile a uno stile di vita più sedentario e alla ridotta attività fisica. La dieta del tuo cane dovrebbe essere facile da digerire e con un basso apporto calorico, seppur debba garantire adeguati livelli di proteine ​​e grassi. Alcuni veterinari raccomandano di ridurre l’apporto calorico per i cani anziani fino al 20%.



Il tuo veterinario sarà in grado di consigliarti una dieta che contenga sostanze nutritive facilmente digeribili e riduca i rischi di obesità e disturbi gastrointestinali. I cani più anziani sono più inclini alla disidratazione, quindi il libero accesso all’acqua continua a essere essenziale anche in questa fase.

Ecco un’utile lista di cose da ricordare rispetto al tuo cane anziano e alla sua alimentazione:


cane anziano alimentazione

  • In generale, inizia a pensare a un cambiamento di dieta intorno agli otto anni per i cani di piccola taglia e ai cinque anni per le razze medie e grandi.
  • Assicurati che il cibo che il tuo cane mangia sia appropriato rispetto alla sua età, taglia, peso e livello di attività. Il tuo veterinario sarà in grado di consigliarti al meglio su questo.
  • Fornire cibo di alta qualità è sempre la migliore scelta da fare, mantenendo l’apporto proteico e riducendo le calorie.
  • Mangiare due volte al giorno può aiutare il tuo cane anziano: in questa fase, infatti, è possibile che sviluppi problemi gastrici se intercorre troppo tempo tra i pasti.
  • Il tuo cane ha ancora bisogno di esercizio quotidiano per sua la salute fisica e mentale.
  • Effettuare dei controlli regolari, presso il tuo veterinario ogni sei mesi ti aiuterà a individuare prontamente qualsiasi problema di salute emergente.