I gatti e il caldo

SALUTE E PREVENZIONE

06 Magg, 2022

6 minuti

I nostri gatti amano sia andare alla ricerca di posti caldi in cui accoccolarsi che schiacciare un pisolino pomeridiano su un davanzale soleggiato. 

Quando le temperature iniziano ad aumentare, tuttavia, è importante ricordare che i gatti possono soffrire il caldo proprio come i cani e gli esseri umani. Purtroppo, ogni estate, molti pet sono esposti al caldo eccessivo: per questo è importante essere consapevoli in anticipo di quali precauzioni prendere e a quali segnali prestare attenzione nel caso in cui il tuo felino inizi a manifestare dei segnali di surriscaldamento.


Colpo di calore e scottature

In estate i gatti corrono il rischio di incorrere in alcuni pericoli legati al calore o al sole. Anche se inizialmente può sembrare bizzarro, anche i gatti possono provocarsi delle scottature; ne sono infatti colpite alcune parti del loro corpo non protette dal pelo, come il muso e le orecchie. Inoltre, i gatti che presentano una pelliccia di colore chiaro solitamente possiedono anche una pelle chiara: ecco perché sono spesso molto sensibili alle scottature, specialmente sulla punta delle orecchie, sulle palpebre e sul naso. In alcuni casi, possono addirittura sviluppare su queste parti del corpo una forma di tumore riconducibile a un’eccessiva esposizione ai raggi UV (nota come carcinoma a cellule squamose). Questi gatti, così come le razze a pelo corto o prive di pelo, hanno bisogno di essere protetti da un’eccessiva esposizione alla luce solare. Chiedi consiglio al tuo veterinario, saprà indicarti una crema solare adatta. Ricorda che le creme solari ad uso umano non dovrebbero essere usate sui gatti. 

Oltre alle scottature, anche i colpi di calore possono essere pericolosi per i gatti. Si manifestano con un aumento del battito cardiaco, irrequietezza, gengive color rosso scuro, aumento della temperatura corporea oppure respirazione faticosa. Se il tuo gattino mostra uno di questi segni dopo una lunga esposizione al sole, chiedi immediatamente consiglio al veterinario. Nel peggiore dei casi, il surriscaldamento può risultare fatale.


Attività e idratazione

Nei giorni più caldi, potresti notare come il tuo amico felino sia meno attivo del solito. Forse preferisce rimanersene sdraiato sul pavimento piuttosto che inseguire un gioco o andare in giro. Non preoccuparti: questi comportamenti sono del tutto normali, il tuo gatto sta semplicemente tentando di non generare ulteriore calore. Se riuscissi a fornirgli uno spazio fresco o un’area ombreggiata in cui riposare dentro casa o anche fuori, sarebbe l’ideale.

Se il tuo gatto si sente spossato per colpa del caldo, tuttavia, potrebbe essere necessario incoraggiarlo a bere, perché mantenere un livello di idratazione adeguato è fondamentale per abbassare la temperatura corporea. Sprona la voglia di bere del tuo gatto. Per prima cosa, aumenta il numero delle ciotole contenenti acqua. Passando davanti a una di esse il tuo gatto potrebbe pensare: “Beh, già che ci sono…”. I gatti adorano l’acqua fresca, pulita e corrente. Un altro metodo per incoraggiarlo a bere potrebbe essere una fontanella o una stazione di irrigazione. Alcuni di questi dispositivi possono essere collegati al tuo smartphone tramite app, così da monitorare facilmente la quantità di acqua e il comportamento del tuo gatto a riguardo. L’acqua non deve mai essere ghiacciata né contenere ghiaccio da bere, nemmeno nei giorni più caldi.

Durante la loro toeletta quotidiana, i gatti perdono acqua attraverso la saliva; questo consumo può accentuarsi notevolmente quando fa caldo. L’obiettivo del gatto è quello di usare l’evaporazione per aiutare a il suo corpo a rinfrescarsi. Puoi supportare il tuo amico peloso bagnandoti le mani e accarezzandogli la testa. Se te lo permette, puoi anche strofinarlo con un panno o un asciugamano umido. I gatti particolarmente timidi verso l’acqua inizialmente potrebbero opporsi, ma presto si renderanno conto dei vantaggi.


Respiro affannoso

Non è molto comune vedere i nostri amici felini respirare affannosamente, tuttavia questo comportamento può rappresentare una reazione completamente innocua al calore, a uno sforzo eccessivo (una lunga lotta o una caccia faticosa) o allo stress e indica che il gatto sta semplicemente respirando con più fatica. In genere, i gatti respirano affannosamente per poco tempo a intervalli brevi e in estate possono farlo per regolare la loro temperatura. La saliva che evapora dalla bocca rifresca il corpo del gatto. Se il tuo gatto respira affannosamente, puoi aiutarlo ad abbassare la temperatura corporea accarezzandolo con le mani bagnate oppure offrendogli un asciugamano umido su cui sdraiarsi. Se ciò non sembra essergli d’aiuto, oppure se il tuo amico a quattro zampe respira spesso affannosamente a causa di uno sforzo, dovresti immediatamente consultare il tuo veterinario.


Come posso aiutare il mio gatto ad evitare il surriscaldamento?

Come regola generale, considera che se non ti senti fresco e a tuo agio, probabilmente non lo è neppure il tuo gatto. Ecco alcune cose da ricordare:

  • Assicurati che il tuo gatto abbia sempre accesso a un’area ombreggiata o comunque fresca, in cui ripararsi dal sole e dal caldo.
  • Se possibile, tieni il tuo gattino in un ambiente chiuso in cui puoi controllare il calore.
  • Le finestre aperte e non schermate da zanzariere possono far entrare una piacevole brezza quando fa caldo, ma possono rappresentare un pericolo per il tuo pet, che potrebbe cadere. Tieni chiuse le finestre o le porte senza zanzariere e assicurati che le zanzariere siano bloccate.
  • Fai in modo che abbia sempre acqua fresca a disposizione.
  • Non lasciare mai il tuo gatto in un’auto parcheggiata. Anche lasciando un finestrino aperto, la temperatura all’interno dell’abitacolo può aumentare nel giro di pochi minuti e provocare un colpo di calore fatale per il tuo pet.

Ricorda ancora di consultare il tuo veterinario per ogni dubbio sulla salute o sul comportamento del tuo gatto.

CONSIGLIATO