Come prevenire i problemi da ansia da separazione nel cane

SALUTE E PREVENZIONE

  • 12 Ago, 2021
  • LEGGI IN 5 MIN
  • 12/08/2021
  • LEGGI IN 5 MIN

Come prevenire i problemi da ansia da separazione nel cane

Avere un cane aiuta a mantenere un senso di normalità ed una routine.

Se hai la fortuna di stare a casa tutto il giorno con un cane, sai che straordinario compagno possa essere il tuo amico a quattro zampe, soprattutto nei momenti di stress. Sono stati condotti molti studi sui benefici che si ottengono condividendo la propria vita con un cane, tra cui riduzione dell’ansia, abbassamento della pressione arteriosa e aumento dei livelli di serotonina e dopamina (sostanze che svolgono entrambe un ruolo primario nell’infondere calma e benessere). Aspetto ancora più rilevante, avere un cane supporta la routine quando si è a casa e aiuta a mantenere un senso di normalità.

Per molti cani la separazione temporanea dal proprio pet parent può essere destabilizzante.

I nostri cani poi sono animali socievoli per natura e quindi entusiasti di avere i propri amici umani a casa con loro giorno e notte. Ma cosa succederà ai nostri cani nel momento in cui riprenderemo ad andare al lavoro e a scuola? Come faranno quando torneremo alla nostra routine precedente e loro verranno lasciati soli per lunghi periodi di tempo? Per molti cani, questo cambiamento può essere percepito come un evento destabilizzante, e persino quelli che non hanno mai mostrato alcun segno di ansia da separazione in passato, possono improvvisamente mostrare segni di stress e problemi comportamentali.

In tal caso, esistono misure che è possibile adottare non soltanto per aiutare il cane a sentirsi sicuro, ma anche per migliorare la sua qualità di vita. 

Dog anxiety

 

Insegnamento all’auto-pacificazione

Desideri che il tuo cane stia bene quando è da solo, per questo motivo è utile per entrambi, in previsione futura, riuscire ad insegnargli qualche “abilità” per il tempo in cui si troverà solo. 

Di seguito vengono fornite alcune idee per sviluppare la capacità di autopacificazione:

  • Lega il tuo cane con un leggero guinzaglio a un oggetto stabile a pochi metri da te. Dagli un giocattolo da masticare con del cibo dentro per tenerlo impegnato in modo soddisfacente. Dopo 5-10 minuti, slegalo. Prova a farlo almeno cinque volte al giorno. Man mano che il cane mostra meno segni di stress, aumenta gradualmente la distanza tra di voi fino ad andare in un’altra stanza.
  • Se il tuo cane è addestrato alla gabbia, fagliela usare per diverse sessioni nell’arco della giornata. Devono essere brevi intervalli di tempo e il cane deve avere un giocattolo con del cibo dentro come terapia occupazionale.
  • Se invece il tuo cane non è addestrato alla gabbia ma ne hai una in casa, può essere utile iniziare il processo dandogli da mangiare nella gabbia e mettendo al suo interno giocattoli o leccornie. Ciò incoraggerà il tuo amico a quattro zampe a entrare e uscire, quindi potrai cominciare a farlo stare brevi periodi nella gabbia mentre rimani nelle vicinanze.
  • Se ti piacciono le passeggiate o l’attività fisica all’aperto, potresti fare almeno una breve passeggiata al giorno senza il cane. Puoi anche esercitarti a entrare e uscire da casa.
  • Impegnati affinché il cane faccia almeno un pisolino al giorno lontano da te. Puoi fare in modo che dorma in una gabbia oppure separato da un cancelletto, un recinto o una porta.

Rispetto di una routine prevedibile

La prevedibilità ha un effetto calmante su persone e cani! Se poi il tuo cane è particolarmente ansioso, rendere prevedibile la sua giornata, a prescindere da che ti trovi in casa o fuori, sarà di grande aiuto per calmare i suoi nervi. 

Cerca di stabilire una routine quotidiana in modo che il tuo cane possa iniziare a capire quando aspettarsi la tua attenzione. Essa deve includere alimentazione, attività fisica, giochi, bisognini e addestramento. Il tuo cane deve anche sapere quando, nel programma giornaliero, non deve aspettarsi di ricevere la tua attenzione. Sono i momenti in cui potrebbe fare un sonnellino o giocare con uno dei suoi giocattoli preferiti. Cerca di programmare questi periodi per gli orari in cui normalmente non sei a casa.

Appagamento fisico e mentale

Quando interagisci con il tuo cane, durante il gioco, l’attività fisica, l’addestramento e la toeletta, devi fare in modo che sia un’esperienza pienamente coinvolgente. Queste sessioni devono essere regolari e appaganti per il tuo amico a quattro zampe al punto che, al termine di ciascuna sessione, abbia voglia di sdraiarsi e rilassarsi. 

Può anche essere utile fare una sessione di gioco ed esercizio fisico particolarmente impegnativa prima di una tua assenza oppure prima del momento in cui il cane deve stare da solo. Ciò aiuta a ridurre l’energia del cane e a stancarlo così che sia pronto a rilassarsi.

Designazione di un’area relax

Insegnando al cane a riposare o giocare con i propri giocattoli in un punto designato, gli fornirai un’area sicura in cui potrà stare quando non sei a casa. Puoi iniziare addestrando il tuo cane ad andare in questa area con una ricompensa, per poi aumentare gradualmente la permanenza in essa. Infine, dovresti stabilire una routine quotidiana per cui il cane impari a recarsi in questa area dopo l’attività fisica o dopo aver giocato, in modo da riposare o passare il tempo con i suoi giocattoli. All’interno di tale area puoi dare premi al tuo cane e aggiungere altri elementi per renderla rilassante, come ad esempio un cuscino comodo, musica o un indumento con il tuo odore.

 

                                                         Dog with toy

 

Controcondizionamento

Per i cani che soffrono di una lieve ansia da separazione, può essere alquanto efficace un processo noto come “controcondizionamento“. Attraverso questo addestramento, la reazione timorosa o ansiosa del tuo animale domestico viene trasformata in una risposta rilassata. Nel tempo il tuo cane apprenderà che la cosa che teme, essere lasciato solo da te, si traduce in realtà in qualcosa di buono. In caso di ansia da separazione, ciò significa generalmente qualcosa di buono da mangiare. Per sviluppare questa associazione, puoi dare al tuo cane un giocattolo pieno di cibo, come crema di formaggio a basso contenuto di grassi oppure burro di arachidi. Il cane potrebbe impiegare da 20 a 30 minuti per finire la leccornia, tempo sufficiente per essere pienamente soddisfatto e felice. Quando torni a casa, devi rimuovere queste leccornie in modo che siano associate solo alla tua assenza.

Questo tipo di allenamento, tuttavia, è efficace solo sui cani con una lieve ansia da separazione. I cani con ansia più grave di solito non vogliono proprio mangiare.

Ansia da separazione grave

Nei casi più gravi di ansia da separazione, l’addestramento è più complesso. Il cane nervoso dovrà abituarsi gradualmente a stare da solo con brevi separazioni che aumentano di volta in volta. Il processo per questi cani è noto come “desensibilizzazione e controcondizionamento“. Esso deve essere svolto preferibilmente sotto la guida di un professionista qualificato ed esperto, in quanto potrebbe facilmente avere l’effetto contrario inducendo il cane a diventare ancora più spaventato e stressato.

Segnali a cui prestare attenzione

Se sei preoccupato che il tuo amico a quattro zampe stia manifestando qualche forma di ansia da separazione, ecco alcuni dei più comuni segnali a cui prestare attenzione:

  • Urinare/defecare. Alcuni cani hanno “incidenti” quando vengono lasciati soli. Se simili incidenti si verificano anche in presenza del padrone, molto probabilmente il problema non è l’ansia da separazione.
  • Abbaiare/ululare. Quando vengono lasciati soli, molti cani danno voce alla loro infelicità. Questo abbaiare e ululare è persistente ed è causato dalla solitudine.
  • Mordere/scavare/distruggere. Alcuni cani distruggono oggetti domestici, mordono stipiti o scarpe o scavano nelle porte. Attraverso questi comportamenti, i cani possono anche provocarsi delle lesioni, come la rottura di denti, tagli e graffi alle zampe e danni alle unghie. 
  • Scappare. Un cane affetto da ansia da separazione potrebbe cercare di fuggire dall’area in cui è confinato. Può farlo cercando di scavare o mordere porte o recinzioni, il che può anche causargli lesioni ai denti e alle unghie. 
  • Camminare avanti e indietro. Alcuni cani camminano o trottano lungo un percorso specifico secondo uno schema fisso. Ad esempio, possono correre in cerchio o andare avanti e indietro.

La cosa più importante da notare riguardo a tutti questi comportamenti è che se sono dovuti ad ansia da separazione, in genere non si verificano alla presenza del padrone del cane.

                                               

 

Ricorda…

Il comportamento ansioso del tuo cane NON è il risultato di disobbedienza o dispetto. Se il tuo cane mostra comportamenti associati ad ansia da separazione, cerca di ricordare che è turbato e sta tentando di far fronte allo stress. È importante non sgridare né punire il cane per questi comportamenti. In caso contrario, il tuo cane potrebbe agitarsi ulteriormente facendo peggiorare il problema.

Ricorda che il tuo compagno a quattro zampe c’è sempre per te quando sei a casa e che quindi dovrai esserci per lui quando tornerai alla tua routine.

 

————————————————————————————————————————————————————————————————————-

 

Fonti:

Come aiutare il tuo cane per la vita post COVID-19 al fine di prevenire problemi legati all’ansia da separazione; https://andreaarden.com/dog-training/how-to-help-your-dog-now-for-post-covid-19-life-to-prevent-separation-anxiety-issues/

Ansia da separazione nei cani: https://vcahospitals.com/know-your-pet/separation-anxiety-in-dogs